Ieri sera ho ascoltato una trasmissione radiofonica che parlava della sanità Toscana e degli ottimi risultati che sta conseguendo nella somministrazione dei vaccini anti covid (1).

Era ospite il presidente della nostra regione, che ha illustrato le attività, indubbiamente meritorie, messe in atto. Non senza un pizzico di arroganza, si è preso meriti non del tutto suoi, poiché la qualità della sanità toscana ha una tradizione secolare e non dipende certo dall’attuale quadro politico.
Ma un politico è per definizione un egocentrico, va bene così.
Poco dopo l’autocelebrazione, è purtroppo arrivata la figuraccia, perché un ascoltatore ha chiamato per lamentarsi del fatto che fra le categorie scelte per la vaccinazione fossero stati inseriti gli avvocati, al posto di altri soggetti sottoposti a “maggiore rischio”. Il presidente della regione ha debolmente motivato la scelta, in risposta, con le decisioni ministeriali di vaccinare per prime le forze dell’ordine e della giustizia e con riferimento agli avvocati ha parlato di “trascinamento”. In sostanza secondo lui, gli avvocati sarebbero vaccinati soltanto perché “agganciati” alla macchina giudiziaria, o qualcosa del genere.

presidente, sono profondamente offeso dalle sue parole e dalla sua mancanza di conoscenza! Dovrebbe sapere che gli avvocati non sono trascinati e non sono a rimorchio di nessuno, sono parte essenziale della funzione giudiziaria al pari e forse di più della magistratura.
La nostra costituzione prevede molte figure giudicanti ma una sola funzione difensiva che vale per tutte, quella dell’avvocato.
Senza l’avvocato non si fa il processo ed logico che, se la scelta è quella di vaccinare il comparto della giustizia, l’avvocato debba essere protetto al pari del magistrato e del cancelliere.
La nostra casa è il palazzo di giustizia, non è un caso che le sedi dei nostri consigli dell’ordine siano previste per legge all’interno dei tribunali e delle corti d’appello. Non siamo a rimorchio di nessuno perché camminiamo a testa alta e non abbiamo paura delle piccole argomentazioni. Sappiamo bene che non è stato il solo e che altri politici che hanno cavalcato l’onda di questa inutile e finta indignazione. presidente, se non altro perché è il presidente della nostra Regione, rifletta la prossima volta, prima di farsi tradire dal suo retropensiero. E rispetti gli avvocati!

(1) https://www.raiplayradio.it/audio/2021/02/segue-ZAPPING-4b67e8bc-564f-44fb-9bca-bd43113a5f03.html La frase: “.. con le forze dell’ordine c’è la giustizia e la giustizia ha TRASCINATO la categoria degli avvocati si può ascoltare al minuto 13.34 – 13.35 della trasmissione.

About the Author

Marco Mecacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.